La soluzione sta nel cubo

Angebot anfragen

Nummer ist ungültig. Bitte überprüfen Sie die Ländervorwahl, Vorwahl und Telefonnummer.
Mit Klick auf 'Absenden', bestätige ich die Datenschutzbestimmungen gelesen zu haben & bin einverstanden meine Informationen zu verarbeiten um meine Anfrage zu beantworten.
Hinweis: die Einwilligung kann per E-Mail an privacy@homify.com widerrufen werden

La soluzione sta nel cubo

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
  von LADO architetti
Loading admin actions …

Molto spesso capita che l'architetto riesca a creare dal niente abitazioni di grande stile, che veda un vecchio garage pieno di cianfrusaglie e nella sua testa abbia già costruito una taverna completa di megaschermo, biliardino e divano enorme e comodissimo.

Oggi ci troviamo nella periferia di Bologna, dove un tempo c'erano laboratori e piccole officine, ora sorge un quartiere residenziale. Lado architetti, studio felsineo che si occupa di progettazione architettonica, progettazione di interni, progettazione urbanistica e del paesaggio, ha preso un vecchio laboratorio tessile degli anni ‘50 e l'ha trasformato in un’abitazione moderna, mantenendo lo stile industrial che contraddistingue la zona. 

Da piccolo a grande

Come fanno 98m² a trasformarsi in 115?

La soluzione sta nel cubo. La pianta rettangolare del laboratorio è rimasta la stessa, ma al suo interno è stato creato un cubo (come abbiamo visto anche per il progetto dell'appartamento a Parigi) che svolge funzioni differenti sfruttando tutte le sue caratteristiche. La parete frontale ospita un guardaroba e un camino, all'interno invece, troviamo i servizi e nella parte superiore avremo un soppalco-studio. Inoltre, il cubo, funge da elemento distributivo dei restanti ambienti.

Il qBO

Le scale si snodano intorno al perimetro del cubo collegando i cinque livelli differenti su cui si sviluppano gli ambienti.
Ogni piano è costruito in modo da essere funzionale: troveremo la zona notte ad un metro mezzo dal suolo, in questo modo l'inquilino si troverà ad avere un giusto rapporto con l’ambiente esterno mantenendo comunque una certa di privacy.

Bagno

Nel bagno, nonostante sia costruito all'interno del cubo, si è riuscito a creare lo spazio sufficiente per accogliere un ampio box doccia e un mobile sotto al lavandino, oltre ai sanitari.

Le scale

Il progetto ha abbracciato lo stabile nella sua interezza, comprendendo anche l'ampio tetto, ora diventato un terrazzo pensile con vista a 360°.

Il risultato dei lavori è un gioco di piani sfalsati che alterano gli spazi e la percezione di essi. I pavimenti sono stati scelti in parquet: il legno, assieme alla diffusione della luce per mezzo di pozzi luce e finestre pare delineino perfettamente le forme del cubo.

VIO 302 - Terrasse:  Terrasse von FingerHaus GmbH - Bauunternehmen in Frankenberg (Eder)

Sie suchen einen Architekten?
Schreiben Sie uns! Wir helfen Ihnen gerne.

Nach passenden Wohnideen stöbern