4 Tipi di Pavimentazione per Esterni: Vantaggi e Svantaggi

Angebot anfragen

Nummer ist ungültig. Bitte überprüfen Sie die Ländervorwahl, Vorwahl und Telefonnummer.
Mit Klick auf 'Absenden', bestätige ich die Datenschutzbestimmungen gelesen zu haben & bin einverstanden meine Informationen zu verarbeiten um meine Anfrage zu beantworten.
Hinweis: die Einwilligung kann per E-Mail an privacy@homify.com widerrufen werden

4 Tipi di Pavimentazione per Esterni: Vantaggi e Svantaggi

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Rustikaler Balkon, Veranda & Terrasse von Espacios y Luz Fotografía Rustikal
Loading admin actions …

Una scelta sempre molto difficile e impegnativa è rappresentata dalla pavimentazione degli esterni. Una scelta che dipende da fattori che esulano da quelli meramente estetici, ma che deve tenere conto delle esigenze strutturali e tecniche dello spazio esterno e della sua configurazione. E che quindi sappia rispondere in maniera efficiente e duratura alle questioni legate al terreno su cui dovrà essere posata, alla resistenza alle sollecitazioni degli agenti atmosferici, alle necessità di pulizia e manutenzione. E se la pavimentazione degli interni presenta delle specificità ben precise, anche quelle per esterni su cui ci concentreremo in questo Libro delle Idee presenta aspetti tecnici che sono ineludibili in sede di progettazione. 

Si tratta quindi di valutare con attenzione tutte le variabili a cui la pavimentazione per esterni deve rispondere. A partire dal terreno stesso in cui dovrà trovare spazio, oppure alla posizione e all'esposizione della terrazza o della veranda da pavimentare. La resistenza alla prolungata esposizione alle intemperie, infatti, è uno dei fattori principali da valutare in sede di scelta dei materiali. Ci concentreremo in particolare su alcuni tra quelli più diffusi. La ceramica, il legno, la pietra naturale e il cemento. Materiali che hanno caratteristiche specifiche, con vantaggi e svantaggi di cui bisogna tenere conto nella scelta di quelli che meglio possano adattarsi ai propri esterni. I suggerimenti dei nostri esperti architetti e architetti del paesaggio potranno aiutarvi a capire quale potrebbe essere la scelta migliore per voi. Vediamoli insieme.

1. I pavimenti in materiali ceramici

I materiali ceramici usualmente utilizzati per la pavimentazione degli esterni sono quelli a pasta porosa, rappresentati dai laterizi e dalle terrecotte, dai materiali a pasta porosa vetrinati, e cioè maioliche e terraglie, dai materiali a pasta compatta e quindi porcellana, gres e gres porcellanato. Tutti materiali che presentano caratteristiche di resistenza e durata particolarmente adatti alla pavimentazione degli esterni. Vediamo in particolare le caratteristiche di tre gruppi:

1. Il pavimento in cotto: ideale per dare un tocco rustico alla pavimentazione degli esterni, con la bellezza delle sue piccole imperfezioni che rendono il pavimento unico. Un materiale resistente e duraturo, che necessita di una buona manutenzione e di cure attente, capace di adattarsi a diversi contesti. Da scegliere in base anche alla destinazione d'uso. Si può, per esempio, utilizzare il coefficiente che misura la sicurezza rispetto allo scivolamento. Un metodo tedesco, chiamato DIN 51130, individua una serie di classi di scivolosità, e quindi le rispettive categorie di utilizzo. 

2. Gres porcellanato: materiale assolutamente raccomandato per la pavimentazione degli esterni, è un materiale molto resistente sia ai graffi, che alle abrasioni e agli agenti chimici. Materiale di durata eccezionale, può avere diverse finiture, per forme colori e texture. Ha anche un ottimo rapporto tra costo e costo di posa e manutenzione. 

3.-Gres normale: è più conveniente e più facile da posare, anche se è meno spesso e resistente di quello porcellanato nel caso della pavimentazione degli esterni.

2. Il legno

Il legno è uno dei materiali più utilizzati nella pavimentazione degli esterni. Scelta dovuta alle straordinarie qualità termiche, estetiche e di resistenza che caratterizzano il legno in generale. Sottoposto a trattamenti che ne rafforzano le caratteristiche naturali, il legno diviene resistente a muffe e umidità. Anche in questo caso è importante individuare la destinazione d'uso per scegliere al meglio tipologia e sistema di posa.

I vantaggi principali, sono:

1. La bellezza: il legno è e rimane uno dei materiali esteticamente più belli per la varietà di sfumature, tonalità, colori. Che dipendono, naturalmente, dalle varietà e possono variare molto. Per gli esterni, molto indicati sono i legni tropicali come il teak o il bambù. Resistenti alla pioggia e all'umidità, sono poi molto eleganti nei toni e nella possibilità di combinazioni anche geometriche.

2. Praticità: praticità nella posa e nella manutenzione e pulizia, e grande durata nel tempo, fanno del legno uno dei materiali sempre più pratici e intelligenti anche per la pavimentazione degli esterni.

3. Pietra naturale

La pietra naturale rappresenta un'altra ottima soluzione per la pavimentazione degli esterni. Anche in questo caso, importante è la definizione della destinazione d'uso della pavimentazione, che permette una scelta mirata del materiale che più sappia adattarsi allo spazio. La pietra naturale garantisce, in ogni, caso varietà e unicità, grazie alle piccole differenze e irregolarità che fanno di questo materiale una scelta caratterizzante per l'intero spazio esterno. 

I tipi più comuni di pietra per pavimenti all'aperto sono:

1. Lastre di pietra: ottima soluzione per resistenza, durata e praticità di posa e manutenzione. Ottima soluzione per luoghi soggetti a notevoli escursioni termiche, la pavimentazione lastricata per gli esterni garantisce versatilità e varietà anche in termini estetici.

2.- Granito: certamente questa non è l'opzione più economica, ma in termini di durata, resistenza e bellezza, quella del granito rappresenta una soluzione ottima per la pavimentazione degli esterni.

3. Ardesia: un materiale utilizzato sin da tempi molto lontani in particolare nella costruzione dei tetti. Si tratta infatti di un materiale dalle straordinarie caratteristiche di impermeabilità. Anche il colore grigio, molto elegante, contribuisce a rendere questo materiale perfetto per la pavimentazione degli esterni, da quella della terrazza sino a quella dei caminamenti del giardino.

4. Il calcestruzzo

Bar in the Caves of Porto Cristo Moderner Balkon, Veranda & Terrasse von A2arquitectos Modern
A2arquitectos

Bar in the Caves of Porto Cristo

A2arquitectos

Una soluzione moderna e molto utilizzata è rappresentata dalle pavimentazioni in calcestruzzo. In questa immagine vediamo un pavimento compatto e lineare in lastroni di cemento, soluzione economica e di facile manutenzione, di grande versatilità perché capace di adattarsi a situazioni anche molto differenti. Altre soluzioni molto interessanti sono quelle fornite dai sistemi costituiti da mattoni autobloccanti in calcestruzzo, che aggiungono varietà e possibilità in termini di geometrie e design.

VIO 302 - Terrasse Moderner Balkon, Veranda & Terrasse von FingerHaus GmbH - Bauunternehmen in Frankenberg (Eder) Modern

Sie suchen einen Architekten?
Schreiben Sie uns! Wir helfen Ihnen gerne.

Nach passenden Wohnideen stöbern